Split payment IVA: registrazioni contabili in partita doppia lato fornitore e lato committente (Pubblica Amministrazione e/o società).   Come redigere le scritture contabili relative allo split payment IVA, dopo aver registrato la fattura elettronica?   La rilevazione contabile di una fattura attiva prevede normalmente l’accensione di tre conti: conto economico di ricavo in avere (variazione economica positiva); conto finanziario per l’IVA a debito (variazione finanziaria passiva); conto finanziario per il credito verso cliente e pari alla somma dei due conti di cui sopra (variazione finanziaria attiva). Nel caso delle fatture emesse dai fornitori che cedono beni o prestano servizi a pubbliche amministrazioni e società soggette allo split payment la metodologia corretta é: Rilevare contabilmente la fattura emessa, quindi come avviene normalmente. In luogo del conto IVA a debito dovrebbe essere utilizzato più correttamente il conto IVA c/split payment. Successivamente tale conto andrebbe stornato rilevando dall’altra parte la riduzione del credito verso clienti. Con il programma di fatturazione Maestro gold, è  più facile a fare che a dire: basta compilare normalmente una fattura indicando l’iva con lo split payment ad esempio 22%sp, e in prima nota il programma genererà in automatico la registrazione contabile con il metodo della partita doppia.

registrazione contabile split payment 2017 di fattura emessa con il programma di fatturazione maestro gold e maestro godnet