Con Provvedimento 5 febbraio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha prorogato la scadenza per l’invio dei dati fatture, c.d. “spesometro”, relativo al secondo semestre 2017, al 6 aprile 2018, e ha dato attuazione alle nuove modalità semplificate di redazione del file, come previsto dalle modifiche apportate dal D.L. n. 148/2017 all’art. 21, D.L. n. 78/2010.

Entro tale data, inoltre, sarà possibile inviare eventuali correzioni delle comunicazioni inviate per il primo semestre 2017. Dalle specifiche tecniche si evince che sono confermate la facoltatività dei dati relativi alla denominazione e all’indirizzo delle controparti e la possibilità di comunicare i dati relativi al documento riepilogativo. È facoltà del contribuente inviare i dati con cadenza semestrale. Come anticipato, il D.L. n. 148/2017, all’articolo 1-ter ha disposto una serie di modifiche in materia di comunicazione dati fatture (c.d. “spesometro”), per la cui applicazione era prevista la pubblicazione di un apposito Provvedimento. Con Provvedimento 5 febbraio 2018 è stata data attuazione a tali disposizioni: per garantire il rispetto delle norme dello Statuto del contribuente, la scadenza per la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2017, originariamente fissata al 28 febbraio 2018, è stata differita al 6 aprile 2018, ossia al sessantesimo giorno successivo alla pubblicazione del Provvedimento 5 febbraio 2018. Alla stessa data è fissata la scadenza: per le eventuali integrazioni in relazione al I semestre 2017; per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute e per le relative variazioni ex D.Lgs. n. 127/2015. Nuovi termini per l’invio dei dati relativi al 2018 La presentazione in via telematica dello spesometro va effettuata: entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre; entro il 30 settembre, per quanto riguarda l’invio relativo al secondo trimestre. In pratica, con riferimento a ciascun anno solare, il contribuente dovrà quindi rispettare i seguenti termini: I trimestre 31 maggio II trimestre 30 settembre (in precedenza 16/9, modificato dalla Legge di Bilancio 2018) III trimestre 30 novembre IV trimestre 28 febbraio dell’anno successivo   In base a tale disposizione, e come ribadito con Provvedimento 5 febbraio 2018, fermo restando la cadenza trimestrale prevista dal citato art. 21, ai contribuenti è data la possibilità di scegliere se inviare i dati fatture con cadenza trimestrale ovvero semestrale. Il calendario per l’invio dei dati fatture, per gli anni 2017 e 2018 è, pertanto, il seguente: ATTENZIONE In considerazione che dal 1° gennaio 2019 per tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi, effettuate tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, e per le relative note di variazione, saranno emesse esclusivamente fatture elettroniche tramite l’utilizzo del Sistema di Interscambio (SDI) a partire dal 1° gennaio 2019 si dovrebbe assistere all’abrogazione della comunicazione dati fatture (c.d. “spesometro”). Il software gestionale di fatturazione Maestro della Euromedian, ha generato i file necessari per lo Spesometro in pochi semplici click senza particolari problemi: infatti dopo aver creato le fatture di vendita e le fatture di acquisto tramite il programma di fatturazione maestro gold 2018 puoi generare un foglio contenente tutti dati delle fatture di acquisto e vendita, precedentemente inserite nel software stesso; questi dati possono essere consegnati al commercialista per la comunicazione telematica dello spesometro.