In sede di approvazione, con l’intento di promuovere forme di imprenditoria in agricoltura, è riproposto, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, l’esonero (per un periodo massimo di 36 mesi) dal versamento del 100% dell’accredito contributivo IVS, a favore dei coltivatori diretti / IAP: – di età inferiore a 40 anni; – iscritti nella previdenza agricola dall’1.1 al 31.12.2018. L’esonero: – decorsi i primi 36 mesi, è riconosciuto per un massimo di 12 mesi nel limite del 66% e per un periodo massimo di ulteriori 12 mesi nel limite del 50%; –  non è cumulabile con altri esoneri / riduzioni delle aliquote di finanziamento; –  è concesso nel rispetto dei limiti e delle condizioni di cui ai Regolamenti UE n. 1407/2013 e n. 1408/2013 in materia di aiuti de minimis. È altresì previsto, al fine di favorire lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile in agricoltura e agevolare il passaggio generazionale, per il triennio 2018-2020, a favore dei giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni, anche organizzati in forma associata, non titolari del diritto di proprietà / diritti reali di godimento su terreni agricoli e che stipulano con imprenditori agricoli di cui all’art. 2135, C.c. / coltivatori diretti, di età superiore a 65 anni o pensionati, un contratto di affiancamento, l’accesso prioritario alle agevolazioni di cui all’art. 10, D.Lgs. n. 185/2000 (mutui agevolati per gli investimenti). Il contratto di affiancamento prevede: – l’impegno dell’imprenditore agricolo / coltivatore diretto a trasferire al giovane affiancato le proprie competenze; –  la contribuzione del giovane alla gestione, anche manuale, dell’impresa, d’intesa con il titolare e l’apporto di innovazioni tecniche e gestionali necessarie alla crescita d’impresa. È infine previsto che: –  l’affiancamento non può avere durata superiore a 3 anni e comporta la ripartizione degli utili tra il giovane e l’imprenditore agricolo, “in percentuali comprese tra il 30 e il 50 per cento a favore del giovane imprenditore”; – nel periodo di affiancamento il giovane imprenditore è equiparato ad un IAPex art. 1, D.Lgs. n. 99/2004. prova il software Maestro Gold: Gestione degli articoli con tracciabilità e rintracciabilità   dei Lotti, obbligatorio per la gestione del magazzino di merci deperibili.