Come funziona la fatturazione elettronica 2017, quali sono i vantaggi per i contribuenti che eserciteranno l’opzione entro il 31 marzo? La comunicazione telematica dei dati di fatture emesse e ricevute tra privati, già obbligatoria per la P.A., è stata introdotta con il D.Lgs. 127/2015 al fine di abbassare gli adempimenti amministrativi a carico dei contribuenti e di garantire maggiore informazione tra privati e Amministrazione Finanziaria. Si tratta per il momento di una scelta opzionale e volontaria. Tra i vantaggi previsti per chi sceglierà la fatturazione elettronica entro il 31 marzo 2017 è prevista la riduzione dei termini d’accertamento fiscali e una corsia privilegiata per i rimborsi fiscali. Inoltre la riduzione degli adempimenti, tra cui l’esonero dallo spesometro.

Fatturazione elettronica entro il 31 marzo 2017. Vantaggi fiscali

Per i soggetti passivi Iva che sceglieranno di aderire alla fatturazione elettronica 2017 il Decreto Legislativo 127/2015 ha introdotto premi e vantaggi fiscali. In primo luogo, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di tutti i contribuenti che trasmetteranno a cadenza trimestrale i dati delle fatture emesse e ricevute un portale gratuito per la gestione e l’emissione delle fatture, collegato al SdI. Inoltre è previsto l’esonero da adempimenti fiscali, ovvero:
  • esonero dallo spesometro;
  • esonero dalla presentazione degli elenchi Intrastat acquisti e cessioni;
  • esonero dalla comunicazione dei dati di contratti stipulati da società di leasing, locazione e noleggio;
  • esonero dalla comunicazione delle operazioni di cessione di beni dalla Repubblica di San Marino verso l’Italia.
In più, la fatturazione elettronica prevede:
  • rimborsi prioritari del credito Iva, entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione Iva annuale;
  • riduzione di un anno dei termini di accertamento fiscale.
Inoltre, con il provvedimento del 1 dicembre 2016 dell’Agenzia delle Entrate è stata introdotta la possibilità, per i contribuenti che eserciteranno l’opzione per la trasmissione dei dati delle fatture, di modificare i flussi informativi trimestrali entro quindici giorni dalla scadenza del termine previsto per la trasmissione dei dati relativi a ogni trimestre. FATTURAZIONE ELETTRONICA 2017: genera, firma ed invia file xml tramite SOFTWARE GESTIONALI Con il programma gestionale Maestro gold e Maestro goldnet e Studio Jet, potrai GENERARE, SALVARE, FIRMARE ED INVIARE la fattura elettronica non solo alla Pa, ma anche al tuo cliente privato; inoltre i nostri software gestionali, permettono prima di inviare la fattura elettronica in xml, di poterla controllare direttamente sul sito http://www.fatturapa.gov.it (agenzia di interscambio), in modo da evitare successive e noiose notifiche di scarto, da parte dell’ente di interscambio.